Devil Survivor

Autore: LeveL

Devil Survivor

Piattaforma: Nintendo DS
Data d'uscita: 15/01/09 JAP 23/06/09 USA

Trama:
Un invasione demoniaca nascosta dai media, l'esercito che mette in sicurezza la città di Tokyo paralizzandone il traffico in entrata e in uscita.
è in questa caotica situazione che tre ragazzi si trovano a dover lottare muniti di apparecchi connessi alla rete, apparentemente DS, chiamati COMP, capaci di controllare ed acquisire abilità dai demoni. Tanti i misteri celati in una narrazione piena di intrighi e strade da percorrere, (6 finali possibili ) unite da un desiderio comune: Sopravvivere.

Gameplay:
Atlus sbarca su DS proponendo un titolo differente rispetto al recente passato, passando ad un gameplay di tipo tattico a scacchiera, scelta che probabilmente è stata influenzata anche dal tipo di console e che  permette anche salvataggi all'interno delle battaglie.


Partiamo dall'esplorazione: chiaramente non stiamo parlando di un comune Jrpg, l'ambito è quello tattico e per questo abbiamo un sistema sintetico, composto da un'interfaccia mappale, affiancata dal menu con le funzioni connesse al COMP. Gli spostamenti avvengono scegliendo una zona di Tokyo tra quelle disponibili e ad esse sono associate informazioni su chi andremo ad incontrare, eventuali battaglie e se consumano tempo, vi è quindi uno scorrimento temporale dei giorni di gioco legato all'orario. Tutto ciò però non influisce sulle possibilità di sviluppo dei personaggi, infatti abbiamo a disposizione delle Free Battle che non incidono sul tempo, consentendoci un tranquillo e necessario sviluppo.
Le funzioni del COMP mostrano invece un cambio netto e semplificativo dei sistemi adottati da Atlus in precedenza. I demoni si contrattano non direttamente nella fase di gioco ma attraverso un asta monetaria di demoni disponibili, mentre il sistema di fusione è stato semplificato dalla scelta delle abilità che i demoni in fusione possono passare direttamente al demone risultante, offrendo inoltre una funzione "Search" per visionare i demoni che si possono fondere a determinati livelli e quelli necessari per la suddette fusioni. L'unica particolare assenza è il compendium, non è quindi possibile registrare i demoni per reinvocarli successivamente con un esborso economico, caratteristica presente invece nella maggior parte dei MegaTen recenti.
Altra funzione del menu è la funzione Team, necessaria per modificare la composizione del party, che lungo il gioco si estende a quattro personaggi Leader di quattro gruppi, composti a loro volta da due demoni ciascuno, e scegliere quali abilità equipaggiare ai personaggi. L'acquisizione delle abilità dei personaggi risulta quindi differente rispetto ai demoni. Mentre i demoni ottengono abilità proprie semplicemente tramite level up ( con l'eccezione dell'opzione Macca Bonus, una valutazione specifica di giudizio di ogni battaglia, che oltre all'incremento dei Macca accumulati può portare all'accesso alla lista di abilità comando apprese precedentemente dai personaggi, dando la possibilità di associarne una ad un demone tra i due facenti parte del gruppo ), i leader possono ottenere, attraverso un sistema di copia delle abilità avversarie, delle singole abilità con requisiti statistici da ridistribuire sul gruppo. Prima di ogni battaglia, infatti, è possibile scegliere, in base ai parametri di ogni personaggio, quali abilità cercare di copiare dai nemici presenti in battaglia, consentendo, una volta battuti col gruppo del personaggio abbinato, di inserire la skill tra quelle equipaggiabili dal party. Questo sistema serve a far sì che ad inizio battaglia le skill dei personaggi possano essere personalizzate attingendo alla lista di quelle apprese, in funzione degli avversari di turno.

Gli slot abilità a disposizione dei Leader sono di tre tipi, di cui tre per le abilità comando, tre per abilità passive ed una per l'abilità speciale attivabile automaticamente ogni volta ad inizio battaglia, mentre le debolezze invece sono sei, di cui cinque di tipo elementale e una status.
Siccome parliamo di un tattico, ad inizio battaglia abbiamo inoltre la possibilità di decidere la disposizione dei personaggi sulla griglia e la possibilità di cambiare i membri dei gruppi. In battaglia risultano importanti anche le abilità razziali dei demoni, che influiscono, oltre che su cure e potenziamenti, sullo spostamento e sulla possibilità di attaccare da più caselle di distanza. Ogni turno ci si può spostare, utilizzare un abilità per ogni unità e attaccare, il tutto influenzando l'attesa per passare al proprio turno successivo, in un sistema quindi a turni dinamici.
Una delle particolarità del gioco sta nel fatto che la fase di attacco consiste in una transizione dalla schermata tattica ad una più semplicemente da classico Jrpg a turni, in cui viene eseguito un singolo turno tre contro tre, in cui l'unità centrale è il leader del gruppo e ciò fa si che battendo esso la battaglia termini con la sconfitta del suddetto.

Ovviamente battere solo il leader vuol dire ottenere meno esperienza e macca, ma le due unità di supporto sono portate a difenderlo per impedire la sconfitta. La perdita del singolo demone invece non è determinante e può essere riportato in vita o sostituito con uno delle riserve, attraverso un'abilità propria dei Leader.

Nell'esecuzione del singolo turno, la priorità di attacco, lo sfruttamento delle debolezze e i critici possono offrire un turno extra all'interno della battaglia, turno che quindi può diventare determinate ma che non può essere ottenuto se si attacca da più di una casella, anche perché è una caratteristica limitata ad alcuni demoni e spesso il difendente in questo caso non può reagire.
Rispetto ad altri MegaTen il sistema è facilitato dalla possibilità permanente di vedere le abilità e le debolezze/resistenze degli avversari, consentendo ad inizio battaglia di adattarsi completamente alle caratteristiche nemiche, non si hanno però oggetti per curare l'Sp e quindi la gestione di essi, sia al fine di curarsi che per l'utilizzo delle abilità magiche offensive, risulta fondamentale.

 

Devil Survivor è sì un tattico ma è anche un gioco che non si basa principalmente sul range, come accade solitamente nelle produzioni appartenenti a questo genere, e quindi si gioca essenzialmente su debolezze, resistenze ed abilità, quindi sulla composizione e sullo sviluppo del party, esattamente come altri MegaTen post SMTIII:Nocturne.

In definita si può dire che esso è una reinterpretazione tattica delle meccaniche viste nei MegaTen su PS2.

 

 

Devil Survivor Overclocked

Devil Survivor Overclocked

Piattaforma: Nintendo 3DS
Data d'uscita: 28/06/11 USA - 29/03/2013 EUR

Con l'annuncio del 3DS, Atlus ha dichiarato il proprio supporto alla console, il primo titolo in sviluppo è stato un remake di Devil Survivor

Le aggiunte principali sono:
- 8° giorno di gioco che fa da seguito solo ad alcuni dei precedenti finali multipli, chiaramente diversificato a seconda del finale

- più di 150 demoni, circa una ventina i nuovi
- aumento di risoluzione e cutscene aggiuntive con sfruttamento del 3D
- doppiaggio dei dialoghi ( opzione regolabile )
- possibilità di scegliere il livello di difficoltà ( aggiunto l' Easy )

- tre save slot

Compendium

Sistema di achievements legati ai finali, boss opzionali, compendium, ecc...

Il remake risulta una scelta alquanto discutibile considerando che l'originale è uscito due anni prima e il 3DS è retrocompatibile col DS, inoltre il gioco è mostrato principalmente nello schermo touch con la conseguenza di un limitato sfruttamento della funzione 3D.

 

La versione europea è uscita inizialmente con presenti bugs molto influenti, attualmente però è disponibile sull'eShop una patch correttiva .

MegaTen Forum

Prossime Uscite

- Persona Q2 / TBA

- SMT V / TBA