Shin Megami Tensei: Strange Journey

Autore: LeveL

Strange Journey

Piattaforma: Nintendo DS
Data d'uscita: 8/10/09 JAP - 23/03/10 USA

Dopo sei anni ( parlando della versione Jap ) torna la serie principale SMT e lo fa mettendo assieme una nuova ambientazione, aspetti del passato su Snes e l'approccio tattico basato su debolezze e resistenze, seguendo nel gameplay la strada che fu tracciata in Nocturne e che oggi rappresenta uno standard delle varie serie appartenenti al brand MegaTen.  


Trama: Un oscuro fenomeno fa la sua comparsa in Antartide, un varco dimensionale in continua espansione chiamato Schwarzwelt, per investigare sul fenomeno nasce il Joint Project ponendosi l'obbiettivo di scoprirne le cause e fermarne l'espansione, inviando in avanscoperta un gruppo di soldati e studiosi muniti delle più sofisticate tecnologie.

All'atmosfera Sci-fi si affiancano le tematiche che contraddistinguono i Shin Megami Tensei della serie principale, quindi una critica sociale e morale basata su modi differenti di vedere vita e libertà tornando alla distinzione di SMTI-II in Law, Chaos e Neutral, che porta quindi a 3 finali differenti

L'avanzamento della trama è a missioni con la possibilità di numerose missioni extra, il tutto mantenendo comunque piena libertà di muoversi da un dungeon all'altro.

Esplorazione: uno degli aspetti più interessanti è il sistema d'esplorazione che riprende la visuale in prima persona come i Shin Megami Tensei su Snes e si basa sulle funzioni della Demonica ( l'armatura in dotazione al protagonista ), col proseguo del gioco è possibile sbloccare Main App ( funzioni che aumentano le capacità di sbloccare porte, visualizzare particolari oggetti e nemici sul campo ) e Sub App ( funzioni di supporto che si possono sbloccare e scegliere attraverso il Lab ).
I Dungeon presentano numerosi e grandi piani labirintici con buchi nascosti, teletrasporti, zone oscurate, porte nascoste, ogni dungeon propone aspetti sempre nuovi e il fatto di sbloccare nuove funzioni fa sì che parti di dungeon diventino esplorabili con l'avanzare.
I combattimenti sono casuali e la Mappa è ben curata e interamente visualizzata sul Touchscreen, sia per praticità che per la possibilità di spostarla attraverso il pennino.

Sviluppo: Il sistema di sviluppo delle statistiche del protagonista non è completamente manuale come negli altri SMT, all'inizio è possibile scegliere una delle tipologie di crescita basata su delle differenti percentuali di possibilità che al level up cresca l'una o l'altra statistica, il sistema per questo si rivela un po' troppo casuale ma allo stesso modo fa si che difficilmente alla lunga possa sbilanciarsi favorendo troppo l'uno o l'altro tipo di sviluppo.

Importante è il nuovo sistema di creazione di armi, armature e accessori attuabile nel Lab attraverso i Forma ( materiali ottenibili in battaglia e nei dungeon ), spade, fucili e armature hanno il proprio parametro ma oltre a questo le spade hanno spesso la capacità di infliggere status, dai fucili dipendono le skill d'attacco magico e fisico del protagonista e dall'armatura le sue debolezze e resistenze, lasciando agli accessori la funzione di supporto e incremento dei parametri, oltre alle difese status.


Parlando dei demoni, così come in Nocturne essi salgono meno di livello rispetto al protagonista e sempre meno crescendo, proprio perché l'aspetto più importante rimane sempre l'acquisizione e fusione di demoni al crescere dei livelli, il tutto limitato dall'impossibilità di fondere o ottenere demoni di livello superiore al protagonista.
Un nuovo aspetto importante è l'analisi dei demoni, al primo contatto in battaglia con un nuovo demone esso non è pienamente visibile, cercare di contrattare con esso può far ottenere oggetti importanti, se con risultato positivo, mentre successivamente il primo contatto esso diviene visibile e contrattabile. Dopo un tot di battaglie, che sia contro o con la presenza del suddetto demone tra i propri alleati, esso diventa pienamente analizzato, rendendo disponibile la possibilità di osservarne le caratteristiche. Al level up del demone pienamente analizzato viene anhe rilasciata una Source che rappresenta un insieme di skill utilizzabile in aggiunta ad una fusione per farle ereditare direttamente al demone risultante, in contrasto a questa semplificazione però la fusione semplice non passa più skill in maniera casuale ma fissa e quindi diventa necessario ottenere ed utilizzare le Source per creare demoni con caratteristiche specifiche.


Battle System: il sistema si rifà ai vecchi SMT, è a turni col turno condiviso tra il party e gli avversari, fondamentali però rimangono resistenze, debolezze e la gestione degli MP.

L'elemento nuovo è il Co-Op, un attacco extra che gli alleati con lo stesso allineamento dell'unità che colpisce una debolezza nemica attuano verso il demone colpito, è una particolarità che però avvantaggia solo il giocatore, in quanto gli avversari non utilizzano questa funzione.
Il sistema di reclutamento è quello standard della serie ovvero a contrattazione, essa è condizionata, oltre che dalle proprie risposte, dal proprio allineamento, dalle fasi lunari e da alcune Sub App.

 

Strange Journey nasce come SMTIV ma diventa SJ per la scelta di ambientazione, la sua natura però non è quella di un gioco nuovo o esterno agli SMT principali, ma si rifà al passato della serie principale, sia per riferimenti narrativi che in quelli strutturali e ludici.

SJ è il vecchio che ritorna nella sua forma più moderna, articolata e complessa.

MegaTen Forum

Prossime Uscite

- Persona Q2 / TBA

- SMT V / TBA