Megami e Shin Megami Tensei, introduzione alla serie

Shin Megami Tensei

Megami Tensei nasce dalla proposta fatta a Kouji "Cozy" Okada di sviluppare un gioco basato sul racconto “Digital Devil Story”.

Il primo capitolo getta le basi ludiche della serie, che, da quello successivo, si distacca dalle sue origini per proseguire lungo un suo filone narrativo, cosa permessa anche dall'introduzione degli allineamenti, che vanno ad influenzarne la trama.

Mentre Okada si è occupato del game design, l'altro volto storico della serie è stato Kazuma Kaneko, capace di rendere unica la direzione artistica della serie, in particolar modo grazie al suo lavoro sul design delle creature demoniache che popolano i vari capitoli della saga.

In seguito al successo dei primi due titoli, venne fondata Atlus, società che, con il passare del tempo, s'è affermata non solo come software house, ma anche come publisher.

Con la nascita di Atlus e l'approdo su SNES, la serie prese il nome di “Shin Megami Tensei”, ripartendo dal cammino tracciato in Megami Tensei II, per dare vita a due SMT numerati e a SMTIf..., titolo basato su un'ambientazione scolastica, divenuto successivamente fonte d'ispirazione per la serie Persona.

Nell'epoca della prima Playstation, la serie principale venne temporaneamente messa da parte (ad l'esclusione di alcuni remake dei titoli usciti per SNES), a favore delle neonate Devil Summoner e Persona.

SMT ritornò alla ribalta con SMTIII: Nocturne per PS2, gioco che segnò l'ingresso in Europa dei MegaTen (con il nome di SMT: Lucifer's Call), ma che rappresenta anche l'ultimo titolo a cui partecipò Okada, che successivamente lasciò la software house.

Con l'abbandono di Okada, fu Kaneko a prendere in mano la serie, il cui team prima si dedicò ai nuovi Devil Summoner e in seguito a Strange Journey, titolo omaggio alla serie, che nasce su Nintendo DS, in un periodo di crisi di Atlus, nonché periodo “buio” per la saga, dovuto in parte anche al sorpasso in popolarità della sub-serie Persona rispetto alla serie madre.

La serie è stata nuovamente ripresa con SMTIV. Uscito per 3DS nel 2013 in Giappone e Stati Uniti, ed arrivato in Europa con oltre un anno di ritardo, appare in parte uno nuovo punto di rottura col passato, dato il minor coinvolgimento di Kaneko, indicato unicamente alla creazione della bozza dello scenario.

 

Sempre nel 2013, è stato annunciato Shin Megami Tensei X Fire Emblem, il cui progetto è stato però successivamente stravolto, portando alla scelta di rimuovere il prefisso SMT dal nuovo titolo ( Genei Ibunroku♯FE - Tokyo Mirage Sessions #FE ) e di conseguenza la sua effettiva appartenenza al mondo MegaTen.

 

Nel 2014, invece, Atlus Usa ha deciso di pubblicare sull' App Store iOS la più recente versione del primo SMT, le cui precedenti non erano mai state pubblicate in occidente.

 

L'attuale ultimo titolo della serie si chiama SMTIV: Final, sequel di SMTIV pubblicato nel 2016 in occidente a nome SMTIV: Apocalypse.

 

Per i venticinque anni di SMT, Atlus ha annunciato lo sviluppo del prossimo SMT canonico per home console, il cui nome effettivo è ancora da definire, e l'uscita del remake 3DS di Strange Journey, denominato Deep, in versione giapponese, e Redux, in quella occidentale.

 
Il prefisso "Shin Megami Tensei" è stato a lungo utilizzato in occidente anche nella pubblicazione delle altre serie annesse, operazione che è stata parzialmente abbandonata da Atlus USA, con l'uscita occidentale di Persona 4: The Golden.

Nocturne Lucifer's Call
MegaTen Forum

Prossime Uscite

- Persona Q2 / TBA

- SMT V / TBA